• Una ruota che gira

    di Pierre Yelen - Moudhou ha fatto le traversate, obbligatoriamente plurali, prima il Sahara e poi il Mediterraneo. È arrivato stanco, afflitto e timoroso. Gli è andata bene. Nel 2012 i “centri di accoglienza” libici non erano strutturati. Ha trattato direttamente con un passeur nigerino. Ha trovato quello giusto. È stato…

    Venerdì 04 Settembre 2020

  • Lambert

    di Pierre Yelen - È un giovane agronomo, specializzato a Lagos in economia agraria. Lambert ha appena superato la trentina e lavora con passione in un programma di lotta all’erosione dei suoli, nel sud-est della Nigeria. Una regione fortemente popolata dove la conservazione della fertilità dei terreni agricoli riveste un’importanza prioritaria…

    Venerdì 28 Agosto 2020

  • L’opportunità della carta d’identità

    di Pierre Yelen - Recovery Fund è oggi il mantra dei governanti europei. Risorse per affrontare al meglio una grave situazione economica contingente, il post Covid19. Servirebbero risorse anche alle aree povere del pianeta dove l’emergenza, invece, è lo status di normalità. In queste zone dell’Africa saheliana, infatti, non si…

    Sabato 01 Agosto 2020

  • Vaccini

    di Pierre Yelen - Sembra che tutto il mondo sia alla ricerca della nuova araba fenice le cui ceneri genereranno nuova vita sul nostro pianeta. Con meno enfasi, invece, l’industria farmaceutica sta cercando il grande business del momento. Per parlarmi del vaccino mi ha chiamato anche Moussa. Nulla a che vedere…

    Mercoledì 08 Luglio 2020

  • La cola non parla inglese

    di Pierre Yelen - Dovevamo essere una quarantina, non siamo nemmeno quindici. Sono già le nove meno un quarto, quarantacinque minuti fa avremmo dovuto cominciare il meeting. A Umuduruhoa, villaggio di Isu-Njaba Local Government, la prima riunione non è andata bene. Marco, il mio collega milanese, mi ha raccontato di una…

    Sabato 30 Maggio 2020

  • La donna nell’acqua

    di Pierre Yelen -  Finalmente arriviamo. La pioggia di questi giorni ha reso la pista difficile da percorrere. Il tempo del viaggio si allunga, inesorabilmente. Comunque arriviamo. Omar ci sta aspettando. Seduto su un banchetto, sotto un grande mango, a lato della vecchia scuola. Viene a salutarci e dice al suo…

    Sabato 23 Maggio 2020

  • La sicurezza dell’oro

    di Pierre Yelen - La prima volta in Burkina Faso. La prima volta in Africa. Nonostante qualche riserva iniziale, legata soprattutto ai timori delle varie insicurezze africane, Giovanni si è acclimatato. Pur essendo un universitario, ha una notevole dimestichezza con il lavoro di terreno. Dopo i primi giorni, spesi alla ricerca…

    Domenica 10 Maggio 2020

  • Quanto tempo ci vuole? Com’è la strada? Il ritorno (seconda parte)

    di Pierre Yelen - Coca cola e spiedini di pecora, conditi con polvere di peperoncino e zenzero; il pranzo è servito. Yacouba arriva per ultimo, stiamo già mangiando. Ci porta notizie e fa una proposta. Un commerciante del posto gli ha consigliato di non tornare indietro, per rientrare a casa;…

    Giovedì 30 Aprile 2020

  • Quanto tempo ci vuole? Com’è la strada? (prima parte)

    di Pierre Yelen - Con Moussa stiamo pianificando un sopralluogo sui siti agricoli. I villaggi sono nella Regione del Centro-Ovest. Saranno circa 300 km complessivi, vorrei capire se fosse possibile farli in giornata. Non amo viaggiare di notte, per ragioni di sicurezza, non solo stradali. Con l’espandersi della minaccia jihadista, dal…

    Sabato 18 Aprile 2020

  • Mangiare è la medicina migliore. Non solo Codiv19 nel Sahel

    di Pierre Yelen - Ormai ci sono casi conclamati di coronavirus nei Paesi del Sahel, si cominciano a contare i decessi, anche se l’allarme è su cifre ancora lontane dai livelli europei. La domanda centrale è come e se il Covid19 potrà incidere sullo stato di sicurezza alimentare di questi…

    Venerdì 10 Aprile 2020

  • Paure saheliane

    di Pierre Yelen - Me lo ricordo bene quel bambino. Avrà avuto 8 anni. Corporatura massiccia ma veloce. Uno scatto da atleta per andare a nascondersi dietro l’albero, al mio arrivo con la moto. Un pianto urlato, un viso terrorizzato. Situazione imbarazzante. La mamma mi viene incontro, sorridendo. Spengo subito il…

    Venerdì 03 Aprile 2020

  • Cipolle di Loumbila e medici albanesi

    di Pierre Yelen - È tempo di raccogliere gli ortaggi. Nel Plateau Mossi, in Burkina Faso, la produzione di pomodori è buona. Lo conferma il va e vieni dei camion dei commercianti del Ghana che approfittano dei prezzi bassi per riempiere i magazzini a casa loro. Invero, sono gli stessi commercianti…

    Sabato 28 Marzo 2020

  • La clorochina e la cooperazione Sud-Nord

    di Pierre Yelen -  In questi giorni difficili arrivano in Italia medici e attrezzature dalla Cina per combattere il Covid19. Sono atterrati anche specialisti cubani. È stato chiesto un contributo operativo per la Lombardia alle Ong italiane, specializzate nel settore sanitario, che lavorano in cooperazione internazionale nei paesi del Sud del…

    Venerdì 20 Marzo 2020

  • Senza cavallette e Covid19, con tanti profughi

    di Pierre Yelen - Il bollettino della FAO di febbraio ci aggiorna sull’invasione delle cavallette in Africa e prevede lo sviluppo degli attacchi degli sciami nello spazio e nel tempo. L’Africa orientale è in difficoltà. Le cavallette sono ormai presenti in tutto il corno d’Africa ed in molti Paesi dell’Africa dell’Est:…

    Venerdì 13 Marzo 2020

  • Chose de blancs!

    di Pierre Yelen - Quando posso vado all’Eldorado. Un bar di Zogona, nella capitale. Si può mangiare una frittata, un fagotto al cioccolato, bere una spremuta d’arancia ghiacciata. La vitamina C non guasta mai al tempo del coronavirus! Il servizio è lento ma c’è l’aria condizionata. Un giovane la preserva: apre e richiude…

    Domenica 08 Marzo 2020

  • L’untore e gli “uomini integri”

    di Pierre Yelen - Sono più di 30 anni che atterro in questo aeroporto: è sempre lo stesso. Al centro della città, con una pista al limite della lunghezza minima, con qualche cartello pubblicitario in più.  La differenza è nel nome, si chiama “aeroporto Thomas Sankara”: un giusto riconoscimento al giovane…

    Mercoledì 26 Febbraio 2020

Pin It