News di progetto

Tamat NGO, agricoltura sociale: a Montemorcino si è svolto un incontro internazionale per presentare il catalogo delle buone pratiche

da sx Carolina Rocha Barreto (Robert F. Kennedy Human Right Italia), Cecilia Lindenberg (Fondazione ISMU), Edoardo Todeschini (Rob de Matt), Domenico Lizzi (Tamat NGO), Elisa Occhipinti e Adriana…

Fattore sociale, agricoltura e immigrazione per l’innovazione sociale: Tamat intervista Lorenzo Calzuola

Lorenzo Calzuola Conosciamo Lorenzo nelle vie del centro storico di Perugia, precisamente in via Cartolari nella sede dell’associazione Fiorivano le Viole, dove ogni mercoledì i produttori del GAS…

Fattore sociale, agricoltura e immigrazione per l’innovazione sociale: Tamat intervista Chiara Pontecorvo

Abbiamo conosciuto Chiara qualche mese fa nel giardino agri-solidale di Montemorcino a Perugia dove Tamat sta portando avanti il progetto Coltiviamo l’integrazione in partenariato con Fondazione…

Coltiviamo l’integrazione, intervista a Ylenia Pepe

Ylenia Pepe, è una giovane fotografa partenopea, una giornalista ed un’aspirante insegnante che vive a Perugia da 5 anni, dove nell’anno accademico 2017/2018 ha conseguito la sua laurea Magistrale in…

Tamat presenta: "Fattore sociale, agricoltura e immigrazione per l'innovazione sociale"

Presentazione del catalogo delle buone pratiche PERUGIA - Venerdì 14 febbraio 2020 dalle ore 16.00 alle ore 18.00 presso la sala Cesare Pagani del Centro Mater Gratiae di Montemorcino (Perugia),…

L’orto di Lambè, il video

Di seguito il cortometraggio dedicato agli orti di Lambé, un lavoro fatto a Perugia prima con il progetto Urbagri4women e oggi con ColtiviAmo l’Integrazione negli orti di Montemorcino con i ragazzi…

"Coltiviamo l'integrazione": study visit dell'Università del Maryland a Montemorcino

Delegazione professori Università del Maryland (USA) in visita a Montemorcino PERUGIA - Nei giorni scorsi una delegazione di professori dell'Università del Maryland (USA) ha compiuto una study visit…

“ColtiviAmo l’Integrazione”: i primi risultati di un progetto di cooperazione a tutte le latitudini

“ColtiviAmo l’Integrazione” sta proseguendo con risultati davvero importanti. Il progetto (PROG-1979), finanziato a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione del Ministero dell’Interno…

"ColtiviAmo l’Integrazione", un progetto di agricoltura urbana e integrazione finanziato dal Ministero dell'Interno

Coinvolte quattro città: Perugia, Milano, Firenze e Ragusa Illustrazione del progetto e avvio selezione beneficiari Da Tamat: “Sicurezza e integrazione: l'inclusione e il lavoro sono gli strumenti…

News di progetto

Dall'Umbria al Burkina Faso, solidarietà per una filiera 100% sana, buona e giusta

18/01/2020 NEWS di Progetto
Struttura coperta e coibentata suddivisa in centro incubazione uova magazzino centro macellazione e ufficio Dettaglio mattatoioIl 28 novembre 2019 si è tenuta la Cerimonia inaugurale del Centro…

Loumbila, giovedì 28 novembre l'inaugurazione del Centro Avicolo e agro-ecologico “NA TILGE”

26/11/2019 NEWS di Progetto
Un gruppo di beneficiarie durante la formazione tecnica Loumbila Burkina Faso Giovedì 28 novembre 2019, alla presenza del Ministro dell’Agricoltura e dell’Allevamento del Burkina Faso, Sommanogo…

Polli a Lumbila, partono i lavori di costruzione del Centro Avicolo del progetto

27/08/2019 NEWS di Progetto
Costruzione della recinzione del sito di progettoIl 13 giugno scorso, con la prima missione del personale internazionale in Burkina Faso composto dallo zootecnico Luca Piottoli, ricercatore presso il…

Burkina Faso, partito il progetto di allevamento contrattuale e agricoltura familiare a Loumbila

21/06/2019 NEWS di Progetto
Il 13 giugno scorso è stato ufficialmente avviato il progetto denominato “Allevamento contrattuale e agricoltura familiare: sostegno alle resilienza delle popolazioni più vulnerabili della zona…

News di progetto

Tamat con gli animatori della rete regionale DIGIPass perchè digitale è aperto e inclusivo

Martedì 5 novembre scorso presso la sede della Regione Umbria abbiamo partecipato all’incontro per il DIGIPass dove abbiamo parlato della nostra esperienza come ong impegnata in progetti di…

Aspettando il 18 settembre… una giornata dedicata al progetto DRC

Tamat con le scuole: Istituto Comprensivo Perugia 4, Istituto Comprensivo Gentile da Foligno e Istituto Comprensivo Bevagna-Cannara Never too young to be… super Cittadini Digitali! Mercoledì 18…

News di progetto

Nuove narrazioni, buone pratiche di cooperazione e inclusione

Tamat ha partecipato alla II ed. dell'evento COME L'ACQUA E LA FARINA - Laboratorio di mantecanza sociale Tavola rotonda all'interno di Come l'Acqua e la Farina Il 13 e il 15 settembre Tamat ha…

News di progetto

La Carovana “TUNKA, l’aventure” in viaggio tra i villaggi rurali del Mali

Lo spettacolo è il cuore del progetto AwArtMali, progetto coordinato da Tamat NGO Momenti della spettacolo teatrale Tunka - L'aventure nel villaggio rurale di GuilY Dopo il debutto a Ouagadougou e le…

AwArtMali: "Tunka", le tappe a Bamako dello spettacolo cuore del progetto coordinato da Tamat

Proseguono le attività del progetto AwArtMali, progetto coordinato da Tamat NGO, cofinanziato dal Asylum, Migration and Integration Fund (AMIF) della Commissione Europea, in partenariato con…

AwArtMali, l’Ambasciatore della Commissione Europea a Bamako presente allo spettacolo "Tunka"

Informare e sensibilizzare sui rischi della migrazione e la ricerca di opportunità attraverso il teatro Da sx Moussa Doumbia, membro della Diaspora maliana in Italia, Mahmoud Idrissa Boune,…

"Tunka", la carovana teatrale del progetto AwArtMali arriva in Burkina Faso

da sx Domenico Bruzzone, direttore AICS Ouagadougou, Denisa Savulescu, Tamat NGO, Maurizio Schmidt, Farneto Teatro, il regista Luca Fusi e Blandine Sankara Ouagadougou (Burkina Faso) - Sabato 25…

Un videodocumentario e una tournée teatrale in Mali per sensibilizzare sui rischi della migrazione

Con questi due strumenti la campagna TAMA365 entra nel pieno del suo sviluppo La produzione del video-documentario e dello spettacolo teatrale, solo due dei principali strumenti di sensibilizzazione…

AwArtMali: "Tama365", inizia la campagna di comunicazione

Di seguito riportiamo un articolo della ONG Le Tonus Il 29 novembre, il progetto AwArtMali ha iniziato la sua campagna di sensibilizzazione sulle opportunità dell’immigrazione. Fino ad allora, ha…

AwArtMali, attività sul campo con l’équipe di animazione per discutere della campagna di comunicazione

Il lancio della campagna di comunicazione è iniziato lo scorso agosto e ora siamo in grado di condividere il primo report delle attività realizzate per promuovere la campagna sui rischi. I nostri…

AwArtMali, atelier sull'immigrazione irregolare

Le comunità sensibilizzate sulle potenziali opportunità di crescita e sviluppo in Mali Lo scorso 10 ottobre presso la sala delle conferenze del Consiglio del Circle di Kati si è tenuto un workshop…

AwArtMali, a Nicosia (Cipro) il II Meeting di Coordinamento del progetto

II Meeting di Coordinamento del progetto AwArtMali - Awarness raising and info through Art on irregular migration risks in Mali A Nicosia (Cipro ) dal 3 al 4 ottobre 2019 ha avuto luogo nella…

In Mali parte la campagna di comunicazione AwArtMali - TAMA 365

La campagna di comunicazione di AwArtMali è ora iniziata con spot TV e Radio in Mali e un’APP dedicata a chi è in cerca di informazioni per mettersi in viaggio. Dal mese di agosto ha preso il via la…

News di progetto

"Social Start Ups", il progetto coordinato da Tamat inserito nelle Buone Pratiche del Programma Erasmus+ KA Partenariati Strategici per l'Innovazione

"Social Start Ups", il progetto coordinato da Tamat che ha visto coinvolti come partners l’Università di East Anglia (Norwich), l'Università di Plymouth (Inghilterra), il Parco Tecnologico 3-A , il…

seawatch 295x300Sea Watch, Tamat sostiene convintamente l'appello di AOI per garantire operazioni di sbarco e presa in carico delle persone a bordo. 

Riportiamo di seguito il testo:

Da tempo, l’Italia contribuisce al dovere di solidarietà, assistenza e accoglienza nei confronti di quanti, costretti a fuggire dalle proprie terre, inseguono la speranza di un futuro migliore per sé e per i propri figli.
Obbedisce a sentimento di responsabilità l’impegno dei moltissimi concittadini che, sul suolo nazionale, nel mediterraneo e in altre più lontane aree di crisi del pianeta, tengono vivo lo spirito di umanità che – profondamente radicato nella nostra Costituzione – contraddistingue il popolo italiano
“.

Queste sono le parole che il presidente della Repubblica Mattarella ha pronunciato in occasione della recente Giornata del Rifugiato (20 giugno) ed è al ‘sentimento di responsabilità’ di cui ha parlato che ci appelliamo in queste ultime ore concitate per trovare la soluzione più opportuna alla vicenda della Sea Watch.

Qualsiasi nave che fa soccorso in mare non può seguire l’ordine di riportare le persone in Libia perché è oramai evidente a tutti che la Libia non è un porto sicuro.

Per un fenomeno complesso come quello delle migrazioni non esiste un’unica soluzioneancor di meno questa soluzione può essere il blocco delle navi che effettuano soccorso in mare.
Un tale blocco va solo nella direzione opposta a quella richiamata dal presidente Mattarella e trasforma la chiusura dei porti in chiusura alla solidarietà.

Facciamo appello a tutte le istituzioni italiane ed europee per garantire in questi istanti concitati le operazioni di sbarco consentendo l’opportuna presa in carico dei minori e delle altre persone a bordo da parte di chi si è dichiarato disponibile. 

Pagina iniziale

 

Pin It

Area riservata